Cos’è l'otite

Per otite si intende un'infezione dell'orecchio, capace di provocare un'infiammazione. L'otite è generalmente accompagnata da arrossamento, da gonfiore e da un accumulo di fluido all'interno del timpano. Esistono tre tipi di otite: quella interna, nota anche come labirintite, quella media e quella esterna.


Come Si Manifesta l'otite

L'otite si manifesta attraverso alcuni sintomi tipici come il mal d'orecchi; la febbre; la sensazione di spossatezza assieme alla mancanza di energia; la lieve perdita dell'udito e un dolore che può arrivare anche alla mascella.


Quali Sono i Sintomi dell'otite

Nei bambini

Comprendere quando un bambino è stato colpito dall'otite è semplice. Nella maggior parte dei casi, si tira e si tocca spesso l'orecchio, sfregandoselo; è stranamente irritabile, non mangia ed è irrequieto di notte; ha la tosse, il naso che cola, la diarrea, non sente bene e tende a perdere l'equilibrio.

Negli adulti

Tra i sintomi più diffusi dell'otite negli adulti vi sono il mal d'orecchio, la sordità temporanea, i fischi, i ronzii e il prurito. Ad essi possono associarsi la febbre, i brividi di freddo, la nausea, il vomito e la diarrea.


Quali Sono i Rimedi all'otite

Per curare l'otite, bisogna sottoporsi a una terapia a base di ibuprofene o di paracetamolo. Si tratta di farmaci atti a combattere in maniera efficace il dolore e la febbre. Un altro rimedio è quello a base di antibiotici, che vengono prescritti dal medico nel caso in cui i sintomi siano persistenti o peggiorino.


Come Prevenire l'otite

L'otile è un'infezione che colpisce soprattutto i bambini. Per prevenire l'otite è necessario mettere in atto alcuni accorgimenti, come non esporre il bambino al fumo passivo, non allattarlo steso sulla schiena, preferire preferire il latte materno a quello formulato, evitare il contatto con bambini raffreddati o influenzati.

Per prevenire l'otite negli adulti, invece, è necessario asciugare sempre con cura le orecchie, per evitare umidità, e non utilizzare bastoncini di cotone, che possono favorire la formazione di tappi.


Quando Rivolgersi al Medico

Bisogna rivolgersi al medico quando non si ravvisa un miglioramento dopo 2-3 giorni dall'inizio del trattamento di cura; anche nel caso di fuoriuscita di pus o di fluido dall'orecchio e di dolore intenso. È necessario contattare il medico soprattutto se il soggetto è affetto da altre patologie che potrebbero complicarsi a seguito dell'otite