Cos’è l'insonnia

L’insonnia è un disturbo del sonno che può insorgere in periodi di stress e di ansia. Questo tipo di riposo alterato può creare delle conseguenze fastidiose e talvolte gravi sulla salute mentale e fisica di chi ne soffre. Il sonno è, inffatti, una fase molto importante, perché permette all'organismo di riposarsi e di ricaricare le proprie energie in vista degli impegni quotidiani. L’insonnia può presentarsi anche in concomitanza del fenomeno del jet-lag, che si manifesta a seguito di un viaggio che prevede l’attraversamento di molti fusi orari.

Come Si Manifesta l'insonnia

Esistono due tipologie di insonnia:

  • insonnia isolata: si manifesta a seguito di un’esperienza particolarmente traumatica o è correlata alla preoccupazione per un esame o all’eccitazione per una nuova piacevole esperienza.
  • insonnia cronica: si tratta di un circolo vizioso nel quale il soggetto nutre un profondo timore di non addormentarsi e di conseguenza non si addormenta. In questo caso chi ne soffre tende ad addormentarsi in situazioni in cui non è costretto a farlo, come ad esempio mentre guarda la televisione.

Quali Sono i Sintomi dell'insonnia

Tra i sintomi più diffusi dell'insonnia vi sono:

  • Difficoltà ad addormentarsi e ad avere un unico ciclo di sonno;
  • Svegliarsi non riposati;
  • Mal di testa;
  • Difficoltà nella concentrazione;
  • Stanchezza.

Quali Sono i Rimedi all'insonnia

Se l'insonnia insorge per motivi psicologici, tra i migliori rimedi al disturbo compaiono le tisane e gli infusi con essenze vegetali ad azione ipnotica sedativa alla Camomilla, alla Melissa Officinalis, alla Passiflora Incarnata L. all’Escolzia, al Tiglio, al Luppolo e alla Valeriana.

Altre sostanze utili sono gli integratori alimentari alla Valeriana, alla Melatonina e alla Griffonia e il Magnesio Orotato, cioè il magnesio complessato con la Vitamina B13.

Se l'insonnia è causata da un problema di natura fisica, invece, è consigliata la somministrazione di FANS (farmaci antinfiammatori non steroidei) e corticosteroidi. Le donne che lamentano una difficoltà ad addormentarsi durante la sindrome premestruale possono trovare aiuto nella somministrazione di contraccettivi orali ed estrogeni.

Come Prevenire l'insonnia

L'insonnia può essere prevenuta rilassandosi prima di mettersi a letto, per creare un ambiente ideale al benessere psicofisico: quindi è consigliato fare un bagno caldo, leggere un libro, bere una tazza di una bevanda calda o dedicarsi a una qualsiasi attività in grado di rilassare e di allontanare ogni tipo di ansia o di stress. 

Prima di andare a dormire è assolutamente sconsigliato l’uso di dispositivi come pc e smartphone e anche guardare la televisione, specialmente se si visionano trasmissioni che potrebbero in qualche modo turbare lo stato d'animo: film dell'orrore o violenti potrebbero ostacolare il sonno.

Per prevenire l'insonnia bisogna evitare l’assimilazione di sostanze stimolanti come la teina, la caffeina, il cioccolato e la nicotina. Evitare infine di ingerire cibi pesanti e difficili da digerire.

Quando Rivolgersi al Medico

Bisogna contattare il medico nel caso in cui l'insonnia non sia solo un disturbo isolato e se i trattamenti in corso non consentano di ottenere i risultati sperati.