Cos’è l'eritema solare

Per eritema solare si intende una manifestazione cutanea che si presenta a seguito di scottature al sole. Si tratta di un'ustione di primo grado che compare dopo 6 - 12 ore dall'esposizione ai raggi UV (UVA e UVB), che è avvenuta senza le dovute precauzioni.

Come Si Manifesta l'eritema solare

Nei casi più lievi, l’eritema solare si manifesta con un rossore localizzato sulla superficie dell'epidermide esposta ai raggi UV. Nei casi di media entità, invece, il rossore può essere accompagnato dalla formazione di vescicole e da un prurito persistente. Nei casi più gravi, oltre al rossore localizzato, alla comparsa delle vescicole e al prurito persisente, possono manifestarsi anche febbre, mal di testa e sincope.

Quali Sono i Sintomi dell'eritema solare

Tra i sintomi dell'eritema solare vi sono:

  • febbre alta
  • rossore della pelle
  • brividi
  • dolore intenso alla pelle
  • bruciore alla pelle
  • vesciche che coprono la zona colpita
  • secchezza delle fauci
  • sete
  • riduzione della minzione
  • vertigini e stanchezza

Quali Sono i Rimedi all'eritema solare

In caso di eritema solare lieve, una soluzione valida può essere quella di applicare una crema idratante, che allevi il bruciore e il prurito. Una volta che la pelle è diventata secca, non bisogna spellarla, ma procedere con l'applicazione regolare di una crema che favorisca il naturale peeling. Se la scottatura è associata a dolore e alla febbre, si possono assumere dei FANS (antinfiammatori non steroidei) o degli antistaminici, mentre nei casi più gravi, nei quali si formano delle vescicole, si può procedere con l'uso di pomate cortisoniche e antibiotiche.

Come Prevenire l'eritema solare

Per prevenire l'eritema solare nei bambini e nei neonati, che hanno la pelle più sottile, questi non devono essere esposti ai raggi solari nelle ore più a rischio della giornata, cioè dalle 11 alle 15. Inoltre è importante applicare una crema solare con fattore di protezione di 50+ mezz'ora prima dell'esposizione al sole, ogni due ore e dopo il bagno.

Negli adulti, bisogna utilizzare creme protettive della gradazione più adatta al proprio fototipo. Nel corso dei primi giorni di esposizione al sole è bene usare creme con fattori di protezione più alti, e solo successivamente abbassarli per migliorare la propria abbronzatura. Come per i bambini, bisogna evitare l'esposizione nel corso delle ore più a rischio della giornata, e inoltre utilizzare una crema doposole idratante e lenitiva a qualche ora di distanza dall'esposizione.

Quando Rivolgersi al Medico

Nel caso in cui la crema doposole non facesse effetto e non si riscontrasse un miglioramento neppure nel giorno successivo all'esposizione solare, sarebbe bene contattare il medico, che potrebbe procedere con la prescrizione di antistaminici e cortisone per via orale. Bisogna rivolgersi al medico anche quando si presentano i seguenti fenomeni: febbre alta, brividi, dolore intenso, vesciche presenti sul 20% o più del corpo, secchezza delle fauci, sete, riduzione della minzione, vertigini e stanchezza.