Cosa sono i capelli secchi

I capelli secchi sono caratterizzati da una produzione scarsa di sebo, l'olio naturale prodotto dal cuoio capelluto, che serve a nutrire la cute e chioma. Alla base del disequilibrio tra le ghiandole sebacee e quelle sudoripare vi sono le aggressioni atmosferiche e chimiche, le predisposizioni genetiche e gli squilibri ormonali.

Come Si Manifestano i capelli secchi

I capelli secchi appaiono disidratati, sfibrati, non molto morbidi al tatto e segnati dalle doppie punte.


Quali Sono i Sintomi dei capelli secchi

Le principali caratteristiche dei capelli secchi sono:

  • ciocche sfibrate, disidratate, dall'aspetto "asciutto"
  • capelli opachi, per nulla luminosi
  • colore spento e piatto
  • doppie punte
  • tendenza del capello a spezzarsi
  • scarso vigore della capigliatura
  • presenza di forfora secca
  • desquamazioni anche pruriginose e irritanti


Quali Sono i Rimedi ai capelli secchi

Per curare i capelli secchi, bisogna utilizzare degli shampoo specifici, come quelli che contengono ingredienti idratanti, capaci di apportare alle ciocche l'acqua e le sostanze nutritive che il cuoio capelluto non è in grado di produrre. Bisogna inoltre applicare maschere, balsami e impacchi per ammorbidire e illuminare la chioma.


Come Prevenire i capelli secchi

Per prevenire i capelli secchi bisogna evitare l'impiego di prodotti aggressivi e di apparecchi come i phon troppo caldi, le piastre e gli arricciacapelli. Inoltre, è necessario bere molti litri d'acqua al giorno e regolarizzare il regime alimentare. I capelli vanno tagliati regolarmente, per evitare la formazione delle doppie punte, e vanno favoriti i tagli corti. Da evitare anche i raggi solari, l'acqua del mare e della piscina, assieme ai trattamenti chimici aggressivi come le tinte, gli stiraggi, le permanenti e le decolorazioni.


Quando Rivolgersi al Medico

Bisogna contattare il medico nel caso in cui non si notino particolari miglioramenti, nonostante l'osservazione di tutti gli accorgimenti sopraindicati, e se le desquamazioni sono frequenti e portano con loro prurito, fuoriuscita di liquido o addirittura di sangue.